ValkeIN Break Through Zero Verge

A cura di Fabio Franchini

ValkeIN Rod… la linea Zero Verge.

Altamente utilizzate nei Pond nipponici, molto apprezzate da tantissimi agonisti, stanno finalmente per raggiungere la penisola le canne da Trout Area della ValkeIN!!

ValkeIN presenta 3 linee di canne suddivise in base alle esigenze di ogni pescatore. Vediamo quindi nel dettaglio queste serie, presentando uno ad uno tutti i modelli, al fine di comprendere i vari utilizzi, l’abbinamento corretto con il giusto filo e quali esche scegliere per ottimizzare l’utilizzo di ogni singola canna!

 

ValkeIN Break Through Zero Verge

Con questa serie di canne ValkeIN intende proporsi a tutte quelle persone che desiderano avvicinarsi alla disciplina del Trout Area, presentando 3 prodotti che compongono la collezione “zero verge”, con caratteristiche specifiche ma in grado di mantenere una certa polivalenza di utilizzo, questo rende i 3 modelli complementari al fine di poter  coprire tutte le situazioni che possiamo incontrare in pesca, dalla partenza con pesce frenetico, alla ricerca con il crank, con micro ondulanti oppure il bottom in tutte le sue sfaccettature!

 

 

Impressioni generali:

Il look delle Zero Verge, prende sicuramente spunto

 

dalle Grandi Canne da Area di fascia alta utilizzate in giappone (non mi riferisco solo a ValkeIN), queste le rende Visivamente molto Belle, nella sua semplicità.      Il manico lungo, in sughero, unito alla placca porta mulinello in legno fanno del Desing della canna un classico intramontabile.

La serie monta anelli Fuji kr tangle free Alconite, perfetti per poter gestire fili dallo spessore esiguo e permettendoci una buona performance di lancio, inoltre noto una certa cura nelle legature e nelle finiture della canna, difficili da trovare nelle serie “Entry level”.

Ma è solo prendendo in mano le tre canne che mi rendo conto delle loro capacità, il carbonio è reattivo, si capisce perfettamente che ogni grezzo è stato studiato per uno scopo preciso, Avere canne con distinte azioni di pesca mantenendo un cero grado di polivalenza, perfetto per chi vuole avvicinarsi al mondo delle competizioni e cerca un prodotto semplice e di qualità.

Con questi 3 gioielli ValkeIN ha veramente Fatto centro, creando 3 prodotti eccezionali… adesso che vi ho parlato della serie in generale, permettetemi di presentarvele nello specifico: la 60 GL la 63L e la 61L.

 

ValkeIN Break Through zero verge 60 GL

Lunghezza: 6.0 ft (180 cm)

Potenza: ML         Azione: Moderate Fast

Esche consigliate: popper, jerk, lipless, Vibration lures, Bottom spoon  (riola, schwan/nano/sinking, juju, li-Warm, shine ride, circle)

 

Per tutte le canne di Valkein, la sigla GL (Grand Lite) è si

 

nonimo di potenza, ci troviamo di fronte al più rigido dei 3 modelli della serie Zero Verge.

La potente schiena di questo prodotto ci consente di poter gestire esche in grado di produrre tantissime vibrazioni, come il Li-Warm, mentre la punta della canna ci consentirà di avvertire ogni più piccola mangiata. Non vi aspettate una canna che ferra da sola, la 60 GL è una di quelle canne che si possono definire “Kake action”, cioè quelle canne che necessitano della ferrata per agganciare la trota e portarla a guadino… (non seve ferrare come con un bass in cover!!!!)

Questa canna viene consigliata per la pesca a Bottom, cioè la ricerca delle trote che stazionano sul fondo, non disdegna però neppure la pesca con il jerkbait o la pesca a vista con il topwater. Se dovessi consigliare un filo da abbinare su questa canna sicuramente il PE sarebbe la prima scelta, questo filo non presenta elasticità di nessun tipo, rende quindi possibile un migliore contatto con l’esca e una migliore sensibilità anche sulle mangiate più infime, sul fondo o a distanza.

 

ValkeIN break through zero verge 63L

Lunghezza: 6.3ft (187.5 cm)

Potenza: L               Azione: Moderate

Esche consigliate: crank, spoon di grossa taglia  (Kuga, Kuga FMR, Kuga Sinking, Horizard Li/wi, Hi burst 2,4g/3.6g, hi burst x ross, Ice fake 2.6g)

 

La caratteristica fondamentale di questo modello è la capacità di rispondere in maniera differente a seconda di quello che stiamo facendo: in lancio, questa canna non cede permettendoci di scagliare le nostre esche a distanza notevole, grazie anche alla lunghezza della canna (il modello più lungo della serie Zero Verge), mentre in pesca si presenta molto progressiva, quasi morbida, mantenendo comunque una certa stabilità.

 

La progressività del grezzo la rende una canna a dir poco perfetta per la pesca con il Crank, nel momento in cui abbiamo il pesce allamato, la 63L ci porterà a ridurre drasticamente il numero di slamate.

Sarà possibile inoltre riutilizzare questa canna con altre esche quali le voluminose esche da partenza (Hi burst 2,4 col.26 rimane la mia preferita), oppure per raggiungere le trote quando si trovano a distanza.

Il filo per una canna di questo tipo deve essere scelto con cura… Se il nostro intento è quello di utilizzarla con i crank e nella partenza il nylon ci consentirà di slamare molte meno trote… Un occhio di riguardo sulle dimensioni del filo, non superate mai le 2,5lb, oppure il vostro lancio ne risentirà parecchio!!!

 

 

ValkeIN Break Through zero Verge 61L

Lunghezza: 6.1ft (182,5 cm)

Potenza: L              Azione Moderate/fast

Esche consigliate: spoon Max 2g, SR/MR crank (Hi burst, Mark sigma,  scheila, ice-fake, shynon, kuga, kuga FMR, circle )

Prende spunto dalla prima canna costruita da ValkeiN, la Dainsleif 61L, la parola chiave per questa canna, come per la piccola Zero Verge 61L, è una soltanto: Polivalenza.

L’azione della 60GL unito alla potenza della 63L, portano alla canna più duttile della serie, il grezzo studiato per la 61L risponde perfettamente al lancio di una vastissima gamma di artificiali, permettendo di lanciare a distanza anche esche piccolissime come l’hi burst 0,5g, rimanendo comunque un prodotto di estrema sensibilità grazie alla buona schiena e alla punta sensibile. La potenza di questa canna ci permetterà inoltre di Avere un numero ridotto di slamate e di eseguire ferrate più fini e precise rispetto alla tosta 60 GL, questo potrà fare la differenza nelle fasi di ricerca, dove spesso ci troviamo ad affrontare trote già punte che mangiano il nostro artificiale in maniera lenta ed imprecisa, o che si “appendono” all’esca.

La massima espressione della 61L sta nella capacità di poter essere tranquillamente utilizzata come prima scelta per la pesca con lo spoon in tutte le sue sfaccettature: dai recuperi più attivi con il Mark sigma da 1,6g, alla ricerca più lenta e precisa con micro spoon come lo shynon da 0,7g, senza scodarci la buona sensibilità nella ricerca a bottom conil circle.

Diventa comunque un’arma micidiale anche come canna di scorta nelle sessioni di gara, può essere utilizzata senza alcun problema per la pesca con il crank, portando ad ottimi risultati.

Per il filo, nulla è meglio del Fluoro carbon per mantenere la sensibilità e ridurre il numero di slamate, per conservare una buona affidabilità unito a sufficienti capacità di lancio, il carico consigliato è quello di 2lb.

In questo articolo abbiamo presentato la più piccola e semplice delle 3 serie di Canne, un prodotto definito si un “entry level” ma che potrà attrare sicuramente agonisti in erba, chi prende il Trout Area come alternativa estiva per la pesca al Bass, o chi cerca un prodotto di qualità, molto comodo e performante.

Ora tocca solo a voi, uscite in pesca e portate tante trote a guadino!!! Un saluto e alla prossima!!!